mercoledì 12 ottobre 2011

WAGASHI ALLA ZUCCA - KABOCHAKIN

Da quando ho visto i Kabochakin o Wagashi alla zucca su Biancorossogiappone me ne sono letteralmente innamorata.Incuriosita ho scoperto poi tante cose sui Wagashi giapponesi.Non sono semplici dolcini,e forse è per questo che ne ero così attirata,la loro bellezza nasconde una storia.
Per accompagnare il thè matcha durante la cerimonia e per contrastarne la lieve amarezza,venivano offerti dei piccoli dolci da tenere in bocca.Nel creare questi piccoli pasticcini i maestri si ispiravano alla semplicità e alla bellezza delle stagioni,della natura.
Inoltre i Wagashi sono ipocalorici a per basso contenuto di zuccheri.Sono privi di grassi e ricchi di fibre, proteine, vitamine (E, B1, B2, B6), aminoacidi, sali minerali (calcio, fosforo, potassio, magnesio). In Giappone sono rinomati per le loro virtù dietetiche: contrastano l'assuefazione dallo zucchero, riducono lo stress e distendono lo spirito.
Oggi ho voluto provare a riprodurli,in tema autunnale,e anche se l'aspetto è ancora così e così mi sono sentita felice di averli fatti.Spero che gli antenati sorridano davanti a questo mio tentativo e gradiscano la piccola ragnatela di Halloween.

 
INGREDIENTI
metà zucca
*la qualità giapponese è molto più asciutta della nostra
un pizzico di sale integrale e zucchero di canna

Tagliare la zucca a pezzetti,facendo molta attenzione,e cuocerla il forno per 10/15' a 180°.Io lascio la buccia,la elimino quando la zucca è cotta e morbida.
Schiacciare la polpa con una forchetta,e passarla al colino per eliminare più acqua possibile.Questa è un'operazione molto importante,altrimenti i wagashi risulteranno troppo acquosi.
Quindi aggiungere sale,zucchero,e un cucchiaino di burro *io l'ho omesso.
Tagliare un pezzetto di pellicola trasparente,mettere un cucchiaino abbondante di impasto e arrotolarlo su stesso.
Raffreddare in frigo per rassodare.
Io ho aggiunto una mandorla,del miele di castagno e un po' di polline,ma non sono tanto convinta del risultato.Avrei voluto essere più precisa.
Se volete vedere il procedimento passo passo vi consiglio l'articolo di Biancorossogiappone.
Condividi su Facebook

20 commenti:

Giovanna ha detto...

Io scopro i Wagashi grazie a te, adesso mi tocca provarli ;) bella la foto .

biancorosso ha detto...

Alessandra,
Ma i tuoi kabochakin sono un capolavoro! E non esagero affatto!
Ho aperto la pagina del tuo blog e sono rimasta a bocca aperta!!!

Complimenti davvero.

Hai un tocco magico che emerge sia nelle tue creazioni culinarie che nei tuoi scritti; una delicatezza, un dolcezza in punta dei piedi, una gentilezza ed un garbo che mi piacciono moltissimo.

E' veramente un onore l'averti ispirata con questa ricetta e l'aver potuto rivedere i kabochakin sul tuo magnifico blog, in questa veste così elegante.

Brava, Alessandra! Ti abbraccio forte. <3

Fabiola ha detto...

non conoscevo questo piatto e complimenti sempre.

Lucia ha detto...

sono stupendi!!! *__* inoltre la storia che c'è dietro è molto bella, le tradizioni antiche sono sempre affscinanti :)

Francesca ha detto...

Oddiooooooooooooooooooo, ma questa cosa qua è da fare assolutamente...sto sbavando!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! e poi, che foto :-))))))

Alessandra ha detto...

@Giovanna grazie Giovanna!Sono contenta che tu sia passata :)

@Marianna ma no Marianna,sei troppo buona...guarda ho cercato di renderli belli,ma avrei voluto che fossero belli come i tuoi nella loro semplicità,invece ho dovuto aggiungere due o tre cosine per renderli guardabili.Inoltre non sono soddisfatta della consistenza,ma credo che la mia zucca fosse davvero tanto acquosa.
Il Grazie va a te,vorrei riprodurre tutte le tue ricette,mi sono sempre piaciute,per esempio gli udon fatti in casa,folgorata all'istante dal tuo articolo!
Buonanotte cara Mary!

@Faby grassie Fabiola!!

@Lucia verissimo..in realtà è proprio la loro storia che mi ha attirato,oggi poi avevo l'ispirazione...^-^

@Francy Francy che dici questa è la foto che in assoluto mi fa più schifo di questo blog.Mi sono fatta un mazzo tanto e non voleva uscire.E va bè.
Comunque grazie tesoro,bacio buonanotte smackk

Lilly ha detto...

Interesantissimi questi dolcetti.Provo e torno!

Federica ha detto...

Non consocevo questi dolcetti giapponesi e sono rimasta a bocca aperta :) Uno perchè sono bellissimi, due perchè devono essere proprio buoni buoni buoni. la tua versione "zuccosa" mi ispira un sacco. Una coccola senzza sensi di colpa. Un baciotto, buona serata

Barbara ha detto...

Ma che belli!! E poi la zucca mi piace un sacco! :)

Lauradv ha detto...

Ma dai! Li scopro solo ora! Favolosi e affascinanti! :)

Francesca ha detto...

Ale: smettilaaaaaaaaaaaaaa...è stupenda...molto chic!!!!!!!!!!!!!!!!

colombina ha detto...

mai provati, adesso mi informo, bravissima!!!

Kiara ha detto...

Alessandra, questa ricetta è da urloooooooo!!!!!!!!!!! Bontà allo stato puro! Complimenti e buona giornata cara! Kiss

Luca and Sabrina ha detto...

Sei un'artista nel vero senso della parola, davvero bravissima e oltretutto siamo rimasti affascinati anche dal contesto.
A giorni ti inviamo il pacco con il premio, appena lo abbiamo spedito ti facciamo sapere.
Mille baciotti da Sabrina&Luca

stefy ha detto...

....Non ho ancora comprato la zucca quest'anno....le temperature non mi aiutavano....ma ti confesso che questa ricetta è stuzzicante al punto giusto...bacini la stefy

lo81 ha detto...

Non conoscevo questi dolcetti...mi hai incuriosito!! Complimenti per la bellissima foto!

Alessandra ha detto...

@Tutti voi
Ho letto tutti i vostri commenti.Mi avete commossa.
Vi risponderò con calma,perchè stasera sono molto felice e poco lucida.
A prestissimo.
Alessandra

Alessandra ha detto...

@Lilly grazie Lilly!

@Fede ciao Fede,buona serata anche a te!

@Barbara ciaooooo Baby amica...!

@Laura ^-^

@Francy ...eh....vabè.Tanto tu mi capisci credo.

@Colombina in effetti non sono famosi!

@Kiara grazie!

@Luca e Sabry ragazzi el vostre parole mi commuovono...davvero.Tra l'altro ho sentito la mitica Blue al telefono in questi giorni,e mi ha parlato di quanto siete meravigliosi,che persone speciali siete.Non ha fatto altro che confermare ciò che già avevo capito attraverso il vostro blog.Un fortissimo abbraccio.

@Stefy ti capisco,in effetti sembra che l'autunno tardi ad arrivare e non si ha ancora voglia di cosine autunnali,però oggi qui fa 14 gradi!

@Lo grazie carissima Lo,ma non sono soddisfattissima della foto.Non avendo il cavalletto è un problema perenne il fuoco.Aspettiamo tempi migliori ^-^

stefy ha detto...

Dico solo una parola!!!!Squisito!!!!!!!!!!!!!!

Alessandra ha detto...

@Stefy grazie Stefynaaaaaa

Post più popolari