giovedì 8 ottobre 2009

SCHIACCIA BRIACA (dolce tipico dell'Isola d'Elba)


Questo dolce è forse poco conosciuto,ma è uno dei miei preferiti,perchè fatto quasi esclusivamente di frutta secca.
Trovo però che realizzarlo sia "costoso".Sono tutti ingredienti pregiati e non economici.In ogni caso,viva l'Isola d'Elba.


Vi consiglio di farlo solo se l'avete già assaggiato.Se non lo conoscete potrebbe risultarvi un po' sbriciolino e duretto,ma è proprio così.

INGREDIENTI


  • 300g di farina bianca
  • 150g di zucchero
  • 100g di uvetta da ammollare nel marsala,rhum o acqua(io marsala)
  • 300g di frutta secca tra nocciole,mandorle,noci
  • 1 pacchettino di pinoli
  • Aleatico dell'Elba,in mancanza passito... marsala..insomma,non è così facile trovare l'Aleatico,sperando che gli Elbani non mi tirino qualcosa dietro,non è colpa mia se non trovo l'Aleatico :°(
  • la ricetta originale prevede 2 bicchieri di olio,io davvero non ero sicura di questa dose e ho messo un bicchiere non grande di olio delicato,ma mi è stato consigliato da una splendida ragazza elbana di non indugiare e mettere 2 bicchieri di olio,sennò è troppo secca
  • Alchèrmes

tritare grossolanamente la frutta secca tranne i pinoli e nel frattempo ammollare l'uvetta
in una ciotolona mettete la frutta secca,l'uvetta strizzata,la farina e lo zucchero,il bicerìn di olio e di aleatico/passito/marsala e un po' d'alchèrmes
preparare una tortiera con della carta forno e schiacciare bene il composto
cominciare a cuocere 20' a 180° e tirare fuori per aggiungere ancora alchèrmes sopra,è proprio questo passaggio che dà il vero sapore speciale alla schiacciabriaca
cuocere per altri 20' e sarà pronta
che dire finisce così!Ho deciso di farla perchè avevo una voglia pazzesca di sentire questo sapore così particolare!



*un ringraziamento speciale a Elisa di Kitty's Kitchen
per aver provato la ricetta,rendendola bellissima da vedere tra l'altro,e accompagnandola raccontando alcuni momenti della sua infanzia.Mi ha riportato alle mie estati di bambina all'Isola d'Elba,facendomi venire in mente che anch'io avevo riprodotto questa ricetta proprio per evocare quelle sensazioni lontane.
Condividi su Facebook

23 commenti:

Libri e cannella ha detto...

Appena ho visto questo dolce colorato di rosa su fb sono corsa! A me la frutta secca piace molto...mi sa quindi anche questa torta!!

Alessandra ha detto...

Grazie Lauretta!
Però ti avviso che è un po' "gnucco" tipo i cantucci!

Sara ha detto...

a me non piace comprata perchè non piace l'uvetta, infatti di solito sotto le feste natalizie la faccio, ma senza uvetta, la ricetta è simile alla mia, ma la vera schiaccia briaca è con l'aleatico, quindi nell'impasto sarebbe preferibile mettere l'aleatico, e i bicchieri d'olio...2 è più buona!! anch'io inizialmente ero scettica ma laa signora che mi ha dato la ricetta ha detto 2 bicchieri di olio ed è molto buona così..cmq bravissima ha proprio un bell'aspetto, poi mi hai colpito al cuore col dolce della mia isoletta...un bacio!!!

minnie ha detto...

Insomma, Ale, questo è l'unico blog che conosco dove anzichè invogliarti ad assaggiare un piatto ti sconsigliano di farlo!
Prima le polpette che non convincono ora la schiacciabriaca che, se non conosciamo, ci sconsigli di copiare (anche perchè potremmo spaccarci un dente!!!).
Vabbè, che ci veniamo a fare qui????
Sai che ti dico???
Quasi quasi la provo!!!
^____^

manu e silvia ha detto...

wow...chissà com'è croccante con utta questa frutta secca! noi non lo conoscevamo..ma sembra davvero buono!!
bacioni

Micaela ha detto...

Ale non conoscevo questo dolce e non l'ho mai neanche assaggiato, ma sono curiosa, me lo segno! un bacione

Claudia ha detto...

Ale ammazza che bontà sto dolce.. ricco di frutta secca che mi piace tantissimo! Non lo avevo in effetti mai sentito.. bacioni e buon fine settimana!! :-)))

Mirtilla ha detto...

che bellissima ricetta della trasizione che ci hai regalato ;)

Alessandra ha detto...

SARA:Grazie Sara,pensa che volevo scriverti prima di farlo...lo devo rifare perchè lo adoro,e ti saprò dire come mi verrà!!

MINNIE:ehmm...velamente quetto mi era vegnuto abbattanza bene :D

MANUE SILVIA,MICHY,CLAUDIA,MIRTILLA:grazie 1000 ragazze,vi abbraccio tutte ^^

Sara ha detto...

Eccomi ale...2 bicchieri di olio extra vergine di oliva io metto quello infatti è un dolce carissimo da realizzare e da quando lo faccio capisco perchè costa quella cifra quando lo vai a regalare...noci, aleatico, olio evo...un patrimonio, ma ne vale la pena. un bacione

ღ Sara ღ ha detto...

Non l'ho mai provato ! dev'essere deliziosissima ! un bacione e buona domenica !

ricettina ha detto...

Io ne ho mangiata a quintali!!!! sono andata in vacanza all'elba per più di vent'anni con i miei genitori, praticamente da quando sono nata e ci si stava sempre un mese-40 giorni..quindi adoro quell'isola e adoro la schiaccia briaca!!! Ti è venuta da dio, come vorrei assaggiarla e quanti ricordi mi hai suscitato:)))

Alessandra ha detto...

SARA:grazie Sara,terrò preziosissimo il tuo suggerimento.Appena vado in enoteca chiederò dell'aleatico(che tra l'altro mi piace da morire),e userò 2 bicchieri di olio.Allora ci risentiamo!

SARA:grazie Sarettina!E' da un po' che no ci sentiamo,ti ringrazio di esser passata!!!

RICETTINA:davvero???anch'io ho fatto un sacco di vacanze all'Elba!!!
Grazie del tuo commento,mi ha fatto tanto piacere^^

stefi ha detto...

Cara, questo dolce è favoloso!!!!!
da toscana doc lo conosco, ci so no diverse versioni a seconda della provincia.
Sicuramente copio la ricetta e poi ti faccio sapere, ma so già che rimarrò entusiasta.
Ciao Ale buona settimana!!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

ale nn conoscevo questa schiaccia ma è davvero una golosita!!!la provero:-)
bacioni imma

clamilla ha detto...

Wow! Veramente particolare! Mi hai incuriosito!
Marty

minnie ha detto...

Ciao caraaaa!!!
Ti consegno un premietto e ti auguro buon fine settimana!!!

babi ha detto...

Ciao Alessandra! Questo dolce non lo conosco affatto ma sembra buono, mi piacciono molto le uvette e l'alchermes nei dolci. E' croccante? Un abbraccio :)

clamilla ha detto...

Ciao! Ho organizzato la mia prima raccolta di ricette, mi farebbe molto piacere una tua partecipazione! Trovi il regolamento a questo indirizzo: http://nellacucinadimartina.giallozafferano.it/2009/10/raccolta-di-ricette-con-le-dita-nel-barattolo.html
Alla fine ci saranno premi per tre ricette e la raccolta sarà pubblicata in formato pdf e disponibile gratuitamente per tutti! Se ti va ti aspetto! Un abbraccio…..Martina.

Alessandra ha detto...

Ragazze scusate se rispondo solo ora...mi erano sfuggiti I vostri commenti...
x Baby si e' molto croccante Barbara, ricorda I cantucci perche' viene abbinata all'aleatico, quindi e' un classic dolce da liquore.

Anonimo ha detto...

Per assaporarla meglio provate a puciarla nell'aleatico, o anche nel moscato dell'Elba, come faceva mio nonno...

Anonimo ha detto...

Ma niente lievito?? Dev'essere proprio buona!😊

Alessandra Desideri ha detto...

No ^__^ Niente lievito fidati :)

Post più popolari